Home

Fare trading di posizione intermarket con strategie neutrali, direzionali e pseudo-direzionali

usando OPZIONI ORDINARIE quotate nei principali mercati regolamentati

Articoli più recenti

ladygodiva_by_johncollier ladygodiva_by_johncollier
Non importa se non riconosci chi delle due è la PUT e chi è la CALL, ma entrambe hanno un elemento in comune: sono scoperte. Se vuoi operare sui mercati finanziari con un approccio totalmente opposto a quanto hai fatto finora, combinando opportunamente posizioni coperte con quelle scoperte (ad esempio vertical spread e protezione di investimenti di lungo periodo) dovresti ottenere risultati soddisfacenti. E nelle fasi di bassa turbolenza dei mercati potresti anche operare solo con posizioni scoperte avendo però ben presente i rischi che si corrono e quindi la necessità di avere sempre un piano ben definito di controllo del rischio (aggiustamento di posizione).

Vendere allo scoperto significa vendere ciò che non hai: chi compra da te pagherà il prezzo (premio) delle opzioni e tu incasserai subito il controvalore. Questa è la differenza sostanziale rispetto all'operatività tradizionale: puoi fare trading incassando denaro invece di sostenere un costo iniziale. Il denaro incassato però non è ancora un guadagno: dovrai aspettare la scadenza oppure potrai liquidare in anticipo la posizione se il valore di mercato sarà inferiore a quanto hai incassato. Nei mercati poco volatili o laterali la vendita allo scoperto di opzioni è un'operatività unica e irrinunciabile per cercare rendimenti.
Il valore di un'opzione dipende da vari fattori fra cui il tempo residuo alla scadenza, è per questo che lo scopertista è di fatto un venditore di tempo perchè un'opzione che ora fa prezzo, alla scadenza potrebbe invece valere zero e qui sta il guadagno dello scopertista.

Ricorda che le opzioni ordinarie sono uno strumento complesso che richiede tempo per essere conosciuto e compreso. E richiede simulazioni e pratica per operare consapevolmente. Per maggiori informazioni scrivi qui: opzioniformazione@gmail.com

____________________________________________________________________________

Immagine: olio su tela del 1898 di John Maler Collier della "Lady Godiva", trasposizione latinizzata dell'anglosassone "Godgyfu" cioè "regalo di Dio

Il trading con futures e opzioni comporta rischi elevati e non è adatto per tutti. Performance passate non sono indicative dei risultati futuri.
Trading Futures and Options involves substantial risk of loss and is not suitable for all investors. Past performance is not necessarily indicative of futures results.

__________________________________________
20/10/2015

Se n'è fatto di lavoro e di trade dal luglio 2013. Da questo momento sospendo l'operatività in opzioni in quanto le performance ottenute dopo diversi mesi per BUND, MIBO weekly, SP500, EUROSTOXX50, EURUSD e AUDUSD sono soddisfacenti dimostrando che si può fare un discreto trading anche come scopertisti.
Il sito si convertirà gradualmente all'education pratica, quella per intenderci che rifiuta di considerare lo spread o l'iron condor o lo farfalla eccetera come una cosiddetta 'strategia'. Queste composizioni sono TATTICHE e non strategie. Le STRATEGIE sono solo tre: direzionale ribassista/rialzista e laterale. Il direzionale puoi farlo andando long di call/put o fare uno spread a debito o creare un future sintetico, e ognuna di queste posizioni è una tattica, quindi più tattiche (o armi per il trader) per una sola strategia.
Ad esempio non confondere una tattica NEUTRALE (market neutral) con una strategia impostata su uno scenario di bassa volatilità con prezzi sostanzialmente laterali (compresi fra un top e un bottom quindi strategia laterale). Il LONG STRADDLE è una tattica market neutral ma non per questo segue una strategia laterale: è infatti una duplice strategia direzionale (ribasso/rialzo) perchè il guadagno arriva solo se il sottostante si inventa un trend ampio e lineare cioè con piccole correzioni. E chi fa un long straddle classico spesso non ha idea di come tamponarlo quando le cose vanno male (ovviamente spesso...) o blindarlo quando va in guadagno; è un trader-scommettitore che vuole anticipare il mercato sia al ribasso che al rialzo in contemporanea in quanto (giustamente) non conosce il futuro ma ci prova ugualmente pagando uno sproposito per una coppia call/put ATM e magari non si accorge nemmeno che ha pagato la volatilità attesa (la quale sparisce nel giro di pochi minuti). Ti assicuro che il trading sui dati si può fare in altro modo e rischiando molto meno.
Se si confonde la strategia con la tattica sei perso e se non si chiariscono bene certi concetti si fa trading non alla Sperandeo ma solo sperando in DIo (che tra l'altro in faccende concernenti l'avidità per il denaro non si dovrebbe mai invocare).
Quindi tempo perso se vuoi sapere tutto sulla call/put parity, tu non vuoi diventare arbitraggista da grande, giusto? E nemmeno dovrebbero interessarti più di tanto le greche di Black e Scholes. Invece la variazione di volatilità e gamma con l'avvicinarsi della scadenza sai che effetto fa sulla marginazione e sul delta delle OTM?
E se vuoi fare dello scoperto devi invece sapere tutto sulla marginazione e quali casini può creare il tuo broker. E devi anche sapere qual è il delta delle tue posizioni utilizzando qualche applicativo gratuito se non hai una piattaforma evoluta.
E poi scusa, dimenticavo, qui si parla solo di opzioni ordinarie, non di binarie. Se ti interessano le binarie questa non è la stazione giusta per te.
Però l'education da sola è come una spaghettata senza condimento per cui ci saranno anche segnali operativi, strategie e tattiche... ma non subito. Anche sulle commodity.
Chi è inserito nella mailing list riceverà di tanto in tanto qualche messaggio, ovviamente senza impegno per nessuno. RIpeto: conversione graduale e continua, ma con grande relax (il mio).
Maurizio
opzioniformazione@gmail.com